CULTURA
  by  Published: lunedì 30 luglio 2018 15:17:19

Al Music fest Perugia tra i maestri anche il pianista Boris Slutsky

Professore al conservatorio di Peabody in America e in molti festival internazionali. Il festival di musica classica prosegue con concerti con orchestra alla sala dei Notari

  • da sx, Boris Slutsky e Peter Hermes

(AVInews) – Perugia, 30 lug. – Il Music fest Perugia si è ormai fatto conoscere in città, con i suoi tanti anni di attività, non solo per la ricca stagione concertistica ma anche per la didattica che consente ai giovani musicisti di studiare ed esibirsi con maestri di livello. In questa tredicesima edizione, in scena fino al 19 agosto, alcuni dei 200 studenti hanno avuto modo di lavorare con il pianista di fama internazionale Boris Slutsky. Nato e cresciuto in Russia fino ai 15 anni dove ha iniziato a studiare pianoforte, figlio di musicisti, si è poi trasferito in America. Oggi è docente al conservatorio di Peabody, parte della prestigiosa Johns Hopkins University, e dal prossimo anno insegnerà anche a Eastman Rochester. È “un professore molto ricercato – ha spiegato Peter Hermes, direttore esecutivo del Music fest Perugia –, viaggia in tutto il mondo e insegna in festival molto importanti”. Il primo contatto con il festival perugino è avvenuto quando Slutsky ha fatto parte, insieme a Ilana Vered, direttore artistico del Music fest Perugia, della stessa giuria durante una manifestazione in Texas. La pianista lo ha infatti ‘obbligato’ a venire a Perugia a conoscere il festival e dopo esserci stato cinque anni fa per pochi giorni ha partecipato come insegnante alla prima sessione di questa edizione 2018, promettendo di tornarci. L’impressione che porta con sé della città e del Music fest Perugia è sicuramente positiva. Ha infatti parlato di una ‘faculty’ di alto livello con professori che ha definito “eccezionali” e con allievi soprattutto cinesi e asiatici “che hanno un grande amore per la musica classica”. Per lui infatti la vera rivoluzione culturale in Cina sta avvenendo adesso, un Paese in cui più di un miliardo di persone ascolta la musica classica.

Il Music fest, dopo una giornata di pausa lunedì 30 luglio, riprende martedì 31 con un concerto per pianoforte e clarinetti con orchestra alle 21 alla sala dei Notari. Sempre la stessa sala di palazzo dei Priori ospiterà concerti, per questa sessione fino al quattro agosto. In particolare, mercoledì primo agosto alle 18 si esibiranno Michal Tal e Wayne Weg al pianoforte, mentre alle 21 ci sarà un concerto per pianoforte con orchestra. Giovedì 2, alle 18, ci sarà l’esecuzione al pianoforte di Max Levinson e alle 21 un Piano concerto e aria con orchestra.

Per informazioni: musicfest.net.

 

Carla Adamo

 



ARTICOLI CORRELATI
CULTURA
Il direttore del Polo museale della città, Monacelli: “Facebook dovrebbe riordinare il suo algoritmo, distinguendo tra nudo artistico e pornografia”
18/09/2019 - Gualdo Tadino
CULTURA
Dal 19 al 22 settembre la 20esima edizione del premio letterario Mario Tabarrini - Sabato 21, alle 17.30, all’anfiteatro comunale la premiazione dei...
17/09/2019 - Castel Ritaldi
CULTURA
Incontro giovedì 19 settembre alle 17.30 all’hotel Lidò di Passignano sul Trasimeno - Il 21 e 22 settembre café letterari con Peppe Vessicchio, Enrica...
17/09/2019 - Passignano sul Trasimeno
ULTIME NEWS
TUTTE LE NEWS
CULTURA
Il direttore del Polo museale della città, Monacelli:...
18/09/2019 - Gualdo Tadino
EVENTI
Evento in partnership con il Consorzio agrario...
18/09/2019 - Bastia Umbra
SOCIETÀ
Cena e cerimonia di consegna venerdì 20 settembre alle...
17/09/2019 - Perugia
ULTIMI VIDEO
TUTTI I VIDEO
ico video
Bilancio più che positivo per la 51esima Mostra nazionale del cavallo di Città di Castello, fra le più antiche...
18/09/2019 - città di castello
ico video
Ventidue dipendenti, 600 metri quadrati di superfici tra uffici e magazzini, un’ampia flotta aziendale e tanta...
18/09/2019 - arezzo
ULTIME PHOTONEWS
TUTTE LE PHOTONEWS