SOCIETÀ
  by  Published: venerdì 22 marzo 2019 14:26:58

Avis Umbria per maggiore raccolta plasma e attuazione ‘prima donazione differita’

L’associazione parla di “obiettivi non raggiunti” e chiede una soluzione ai problemi esposti

  • avis umbria per raccolta plasma e prima donazione differita
 
 (AVInews) – Perugia, 22 mar. – “In considerazione della non autosufficienza nazionale e della nostra regione di plasmaderivati, che oggi rappresentano una notevole spesa per la sanità pubblica, in tutti i Piani regionali e nel Piano nazionale sangue si sono concordati obiettivi di raccolta mai raggiunti”. Questa la posizione di Avis Umbria che illustra la situazione regionale.
“Ci sono macchine inutilizzate per la raccolta del plasma (Città di Castello e Terni) per le quali si è chiesto una loro ridistribuzione sul territorio per consentire un potenziamento del Sit (Servizio immunotrasfusionale) di Foligno, una raccolta nei punti di Orvieto e della Media Valle del Tevere a Pantalla – specifica il presidente di Avis Umbria Andrea Marchini –: anche in questo caso i direttori generali della Usl Umbria 1, della Usl Umbria 2 e dell’Azienda ospedaliera di Terni tacciono. La raccolta di plasma non è promossa dal personale dei Sit e dei Prf”. L’Avis, in campo nazionale e regionale, ha avviato “un’impegnativa” campagna promozionale e di informazione dal titolo ‘Quest’anno va di moda il giallo’.
“Accertata la maggiore fidelizzazione del donatore sottoposto alla ‘prima donazione differita’, preso atto delle scelte nazionali a favore di tale procedura, viste le indicazioni di piano regionale e di convenzione e considerato che sul territorio regionale è praticata sia dalla Usl Umbria 1, sia dalla Usl Umbria 2 – spiega il presidente Marchini –, l’Avis ne ha fatto richiesta alle due Aziende ospedaliere di Perugia e Terni: tutti tacciono. A tutti i direttori è stato chiesto di individuare per tale pratica ‘percorsi preferenziali’ per l’accertamento della idoneità: nessuna risposta”. L’Avis regionale chiede “– conclude il presidente Marchini – che la soluzione ai problemi esposti sia quanto prima posta quale ‘obiettivo’ dei direttori generali”. L’Avis si impegna a informare di tutto ciò che avviene “nell’interesse dei fruitori dei servizi sanitari”.

 



ARTICOLI CORRELATI
SOCIETÀ
In partnership con Ald Automotive, arriva il car sharing per il noleggio di auto elettriche - Vantaggi per l’ambiente e per l’utente: libera circolazione...
12/07/2019 - Perugia
SOCIETÀ
Nota congiunta dei coordinatori della Rsu di Gesenu Spa, Daniele Ercolani, Pasquale Qualatrucci e Walter Bonomi, con i sindacati Fp Cgil, Fit Cisl e...
11/07/2019
SOCIETÀ
Iscrivendosi alla community gli utenti possono noleggiare l’auto per spostarsi in modo ‘green’ - Presentazione del progetto della concessionaria RomeoAuto e...
10/07/2019 - Perugia
ULTIME NEWS
TUTTE LE NEWS
ECONOMIA
Secondo il rapporto Aur oltre 50mila famiglie umbre in...
16/07/2019 - Perugia
EVENTI
La presentazione del volume mercoledì 17 luglio alle ore...
16/07/2019 - Foligno
EVENTI
Passignano sul Trasimeno si prepara alla sfida tra i...
16/07/2019 - perugia
ULTIMI VIDEO
TUTTI I VIDEO
ico video
Un ambiente incontaminato, antichi borghi medievali, tradizioni popolari e gastronomia: è la Valnerina, terra umbra...
16/07/2019 - Valnerina
ico video
Le città cambiano volto nel tempo e così anche la mobilità urbana che punta a ritmi e modalità sostenibili. Perugia,...
- Perugia