ECONOMIA
  by  Published: mercoledì 20 marzo 2019 14:20:32

Controgaranzie ai consorzi fidi, Gepafin acquisisce ramo d’azienda Cofire

Operazione volta a razionalizzare le partecipazioni detenute dalla Regione Umbria. Santucci: obiettivo 50 milioni di euro di finanziamenti a disposizione delle pmi locali

  • A destra Salvatore Santucci e Marco Tili
(AVInews) – Perugia, 20 mar. – Gepafin ha acquisito dal Consorzio fidi regionale (Cofire) dell’Umbria il ramo d’azienda dedicato al rilascio delle controgaranzie a favore dei consorzi fidi regionali. L’operazione è finalizzata alla razionalizzazione delle attività degli operatori regionali che si propongono come missione istituzionale la facilitazione dell’accesso al credito da parte delle piccole e medie imprese. L’idea strategica lungo la quale si muove l’integrazione del ramo d’azienda Cofire in Gepafin è in primis quella di concentrare in un unico operatore le attività di riassicurazione e controgaranzia a favore dei consorzi fidi in un’ottica di stretta collaborazione tra la finanziaria regionale Gepafin e il mondo degli strumenti di garanzia promossi dalle associazioni di categoria.

Razionalizzazione partecipazioni Regione. “L’operazione – ha spiegato il presidente di Gepafin Salvatore Santucci – si inquadra nell’ambito delle attività di razionalizzazione delle partecipazioni detenute dalla Regione Umbria, tra cui, appunto, quelle in Gepafin e nello stesso Cofire. Nel settembre 2017, infatti, la Giunta regionale dell’Umbria ha approvato il Piano di ricognizione e revisione straordinaria delle partecipazioni regionali nel quale è prevista l’operazione d’integrazione”.

Finanziamenti per 50 milioni di euro per le pmi. “Grazie a questo intervento – ha sottolineato il direttore di Gepafin Marco Tili – acquisiamo competenze professionali che saranno utili nello svolgimento delle attività di controgaranzia a favore dei consorzi fidi, previsti dalle misure della programmazione regionale del Por 2014-2020 delle quali è risultata aggiudicataria con l’Ati Umbria Innova. Ciò nella prospettiva di mettere a disposizione delle pmi locali, tramite l’attività di assistenza e garanzia dei Consorzi fidi, finanziamenti per circa 50 milioni di euro”.

Rapporti consolidati. “Con questa iniziativa – ha dichiarato il direttore del Cofire Leonardo Nafissi – trasferiamo a Gepafin una solida esperienza maturata in anni di attività, che potrà essere assai utile anche nella prospettiva di consolidare i rapporti con i Consorzi fidi regionali e con gli operatori comunitari, in primis il Fondo europeo degli investimenti, con i quali sia Cofire che Gepafin hanno attivato già da molti anni una proficua collaborazione”.


ARTICOLI CORRELATI
ECONOMIA
L’elenco telefonico di Perugia e provincia valorizza il patrimonio culturale - Presentazione martedì 10 dicembre alle 11.30, nella sala Pagliacci della...
06/12/2019 - Perugia
ECONOMIA
Un investimento iniziale di 10 milioni di euro per produrre sedili all’avanguardia - Importante la mediazione di Gepafin dietro l’accordo tra AeroSeatek e...
05/12/2019 - Terni
ECONOMIA
Stallo nella trattativa con il Ministero dell’agricoltura sui contratti d’acquisto del prodotto - Flai, Fai, Uila: un problema le accise sulle sigarette....
29/11/2019 - Perugia
ULTIME NEWS
TUTTE LE NEWS
EVENTI
Per la prima volta in prestito in Italia le statuine del...
06/12/2019 - Gualdo Tadino
SOCIETÀ
Verranno anche presentati i calendari 2020 Barbanera e...
06/12/2019 - perugia
ECONOMIA
L’elenco telefonico di Perugia e provincia valorizza il...
06/12/2019 - Perugia
ULTIMI VIDEO
TUTTI I VIDEO
ico video
‘Sfidare il freddo per scaldare il cuore’. È questo lo slogan dell’Invernalissima, gara podistica di mezza maratona...
06/12/2019 - Bastia Umbra
ico video
Seppure rispetto a quella estiva l’edizione invernale vede scendere le temperature e il numero di visitatori,...
06/12/2019 - Cannara
ULTIME PHOTONEWS
TUTTE LE PHOTONEWS