SOCIETÀ
  by Rossana Furfaro Published: mercoledì 6 ottobre 2021 16:05:08

Sabato 9 ottobre alle ore 21 si parlerà del futuro dell’Italia e di Città di Castello

Confronto nella sala del Consiglio comunale tra la sottosegretaria allo Sviluppo economico Anna Ascani, il governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini e il candidato sindaco Luca Secondi

(AVInews) – Città di Castello, 7 ott. – Il candidato sindaco Luca Secondi parlerà dei progetti per la città nella conversazione sul futuro dell’Italia con il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e con la sottosegretaria allo Sviluppo economico Anna Ascani, sabato 9 ottobre alle 21 nella sala del consiglio comunale di Città di Castello, in piazza Gabriotti 1.

L’occasione sarà offerta dalla presentazione del libro dal titolo ‘Il paese che vogliamo, idee e proposte per l'Italia del futuro’ che Bonaccini ha scritto raccogliendo le soluzioni, i programmi e i sogni da realizzare frutto delle giornate di impegno istituzionale alla guida di una delle regioni italiane tradizionalmente più dinamiche e innovative nell’economia, nel sociale, nella cultura.

“Attraverso il governatore Bonaccini e la sottosegretaria Ascani vogliamo offrire alla città l’opportunità di approfondire la realtà attuale del nostro Paese e confrontarsi sulle idee per il futuro che sono sul tavolo di due esponenti istituzionali di primo piano nel panorama nazionale – spiega Secondi - in un dialogo sul cambiamento nel quale rientra a pieno titolo anche l’impegno per Città di Castello della coalizione di Centrosinistra riformista e moderata che rappresento. Come l’Italia deve aspirare a riprendersi un ruolo da protagonista in Europa, anche Città di Castello deve pensare a una nuova stagione di sviluppo e a imporsi come autorevole punto di riferimento sul piano regionale e nazionale, puntando sulle risorse, sui talenti, il sapere, la capacità innovativa del proprio tessuto produttivo, culturale e sociale”.

“La mia candidatura – conclude Secondi – è nata dall’inizio per questi obiettivi e come risposta all’aspettativa della comunità tifernate di contare su una nuova classe dirigente giovane che assicurasse il ricambio generazionale, con competenze e voglia di fare, ma anche l’esperienza amministrativa che significa consapevolezza delle scelte, lontano dalle suggestioni e dalle seduzioni di chi non si è mai assunto la responsabilità di governare”.


ARTICOLI CORRELATI
SOCIETÀ
L’attività dedicata alla lotta del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti sarà domenica 24 ottobre. Sabato 23 ottobre alle 13 nella sala della Vaccara di...
21/10/2021 - Perugia
SOCIETÀ
Prima tappa dell’evento nazionale itinerante Uil Tour 2021. Temi centrali: sicurezza sul lavoro e investimenti del Pnrr
19/10/2021 - Perugia
ULTIME NEWS
TUTTE LE NEWS
SPORT
Il debutto con i nuovi colori non è stato bagnato dal...
21/10/2021 - Perugia
SOCIETÀ
L’attività dedicata alla lotta del fenomeno...
21/10/2021 - Perugia
SPORT
Nel terzo turno di serie A1 femminile, la Unet E-Work...
21/10/2021 - Busto Arsizio
ULTIMI VIDEO
TUTTI I VIDEO
ico video
Dieci medaglie d’oro, sette d’argento e altrettante di bronzo: questo il ‘bottino’ conquistato dai giovani cavalieri...
21/10/2021 - montefalco
ico video
Una testimonianza di emancipazione femminile attraverso il lavoro, la determinazione e la capacità professionale in...
18/10/2021 - Perugia