SOCIETÀ
  by Rossana Furfaro Published: mercoledì 3 giugno 2020 13:15:10

Trasporti e infrastrutture, i sindacati chiedono chiarimenti alla Regione Umbria

 A partire dal destino dell’aeroporto San Francesco di Assisi che “va rivitalizzato”

  • Stefano Cecchetti
    segretario regionale Uiltrasporti Umbria
(AVInews) – Perugia, 3 giu. – “Quali strategie ha in serbo la Regione Umbria per il settore trasporti e infrastrutture, a partire dall’aeroporto internazionale ‘San Francesco d’Assisi’?” È la domanda che le segreterie regionali umbre di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, rivolgono alla Regione Umbria.

“La Regione Umbria intervenga sull’aeroporto – si legge nella nota congiunta dei sindacati –  scegliendo di investire, sia finanziariamente che strategicamente, sul versante turistico, promuovendo questo strumento utile al tessuto economico dell’Umbria. A tal proposito abbiamo chiesto un apposito incontro all’assessore regionale Melasecche già da tempo, senza alcun risultato fino ad oggi. Altre regioni d’Italia, con aeroporti simili per potenzialità al San Francesco di Assisi, hanno provveduto destinando importanti risorse utili a consentire la vita della struttura aeroportuale e salvaguardarne l’occupazione. L’aeroporto umbro va rivitalizzato, potenziato cercando di sfruttare in maniera positiva questi momenti di incertezza nazionali”.

“Crediamo che devono essere date le giuste direttive – dicono i sindacati – a questa importante struttura di comunicazione che avvicina il mondo economico, finanziario e turistico all’Umbria, assieme a tutti gli operatori che vi operano. La Regione Umbria deve assolutamente riflettere sull’importanza dell’aeroporto San Francesco d’Assisi, che oggi ha raggiunto importanti obiettivi dal punto di vista dei passeggeri con il traguardo del pareggio di bilancio, e condividere con le organizzazioni sindacali le giuste strategie da intraprendere per farlo crescere con azioni mirate e di lungo investimento, anche a salvaguardia dell’occupazione e crescita dei lavoratori  dell’aeroporto.

“L’Umbria – concludono i sindacati – ha bisogno di essere governata cercando di farla uscire dall’isolamento naturale e non di essere, ancor più, racchiusa in se stessa. Attendiamo un confronto. La presidente Tesei convochi il sindacato per rappresentare con chiarezza quali sono le strategie circa lo scalo San Francesco di Assisi, e tutto il settore dei trasporti ed infrastrutture”.


ARTICOLI CORRELATI
SOCIETÀ
Il tema è lo sviluppo economico e occupazionale del territorio, e i rischi di nuove estrazioni - Sabato 4 luglio alle 10, nella sala dell’ex Chiesa del rosario
01/07/2020 - Panicale
SOCIETÀ
Al raggruppamento Rti. Progetto che “getta le basi per la futura programmazione dei servizi ambientali in tutta l’Umbria” - La commissione giudicatrice...
24/06/2020 - Perugia
SOCIETÀ
“Si vada oltre le delibere di Giunta, al centro provvedimenti a favore della maternità e della donna”
23/06/2020 - Perugia
ULTIME NEWS
TUTTE LE NEWS
EVENTI
Parco visitabile anche in modalità naturalistica. E col ...
04/07/2020 - Perugia
SPORT
Nona stagione da coach nel team delle magliette nere....
03/07/2020 - Perugia
SPORT
Terza tappa del circuito golfistico amatoriale...
03/07/2020 - Perugia
ULTIMI VIDEO
TUTTI I VIDEO
ico video
La racing car driver Vicky Piria ha testato su strada, per la concessionaria Ad Motor di Perugia, la nuova Bmw Serie...
02/07/2020 - Perugia - Assisi
ico video
Assieme agli animali da affezione, sempre più spesso anche i cavalli vengono utilizzati per scopi terapeutici. È...
02/07/2020 - marsciano